CONSULENZA E PERIZIA TECNICA PER L'AUTOMOBILISTICA C.T.P.

Spesso il Magistrato, per poter ricostruire accuratamente i fatti e le relative responsabilità inerenti una causa, necessita della consulenza tecnica di un professionista esperto in un determinato settore: il Consulente Tecnico d'Ufficio (CTU).

Il Magistrato, una volta nominato il CTU, ai sensi dell’art. 201 del Codice di Procedura Civile, da alle parti in causa la possibilità di incaricare un proprio Consulente Tecnico di Parte (CTP).

Questo tipo di consulenza, dovrebbe essere sempre svolta da tecnici esperti, per il settore di interesse.

Trattando noi del settore dei gommisti, ci occupiamo di consulenze tecniche di ambito automobilistico riguardanti problematiche del settore.

La nomina di un Consulente Tecnico di Parte non è obbligatoria, ma fortemente raccomandata, specialmente se la parte opposta nomina un suo consulente.
Infatti, è preferibile affidarsi ad un addetto ai lavori, in modo da poter valutare al meglio l’operato del c.t.u. e di tutta l’attività peritale, in genere.

RUOLO DEL C.T.P.

Il consulente tecnico di parte, nel condurre la propria attività, deve garantire al proprio cliente, che quanto peritato dal c.t.u., sia veramente rispondente alla realtà dei fatti.
Inoltre, con osservazioni mirate ed eventuali critiche al risultato raggiunto dallo stesso, contribuire a tutelare al massimo, gli interessi dell’assistito.

La bravura di un consulente tecnico di parte, sta nel far recepire al meglio tutte le osservazioni che, di volta in volta, vorrà produrre, e guadagnarsi così, la stima e la fiducia del c.t.u., prima ancora che della corte giudicante.
Solo in questo caso, infatti, il c.t.u., potrà prendere seriamente in considerazione l’operato del c.t.p., e sottoporre quanto osservato, all’attenzione del giudice.

In definitiva, possiamo dire che quello del consulente tecnico di parte è un ruolo di fondamentale importanza, poiché un giusto contributo, e una corretta interazione con il perito ufficiale, potrebbe cambiare drasticamente l’andamento della sentenza.

IN ALTRE PAROLE

Nei casi di problematiche tecniche, se un soggetto è coinvolto in una causa pendente o intende intraprenderne una, incarica un professionista di propria fiducia (il consulente tecnico di parte appunto) affinché questi affianchi il consulente tecnico nominato dal giudice (C.T.U.) nell’esecuzione del suo incarico e svolga le proprie osservazioni a supporto o critica del risultato al quale il perito del giudice sarà giunto.

Consulenza e perizia tecnica per l'automobilista C.T.P.